StatCounter

lunedì 7 agosto 2017

Incendi fra Bisacquino e Chiusa Sclafani. A Ragusa si scopre un giro speculativo

Con le temperature roventi portate da "Lucifero" e probabilmente con la irresponsabilità dell'uomo,  di taluni tipi di uomini, la Sicilia va a fuoco.
Mentre scriviamo aerei passano su Contessa con frequenza continua forse per attingere acqua presso la diga Garcia.
Il giornale "La  Repubblica" scrive  " Sono 47 gli incendi divampati ieri in Sicilia. Le zone maggiormente colpite sono le province di Enna e Palermo. In provincia di Palermo il rogo più vasto è divampato tra Chiusa Sclafani e Campofiorito. Centinaia di ettari di bosco sono andati in fiamme nelle contrade Santa Venere e Parrina. Per domarli sono intervenuti i canadair e gli elicotteri.

Altre fonti giornalistiche (Ansa) riferiscono di personaggi della nostra Sicilia che   appiccano il fuoco e simulano richieste di soccorso al 115 per guadagnare 10 euro l’ora, quanto lo Stato paga i volontari dei Vigili del fuoco. L’accusa viene contestata dalla Polizia di Stato di Ragusa a un’intera squadra di 15 pompieri ausiliari indagata per truffa; alcuni di loro rispondono anche di incendio. 
Il capo del gruppo è stato arrestato e posto ai domiciliari. Le indagini della Squadra mobile, avviate dopo una segnalazione del comando dei vigili del fuoco, sono state coordinate dalla Procura di Ragusa.  

Il gruppo di 15 volontari dei vigili del fuoco era in servizio nel distaccamento di Santa Croce Camerina e, secondo l’accusa, appiccava incendi e lanciava falsi allarmi alla sala operativa del 115 per percepire ingiuste somme di denaro dallo Stato: 10 euro circa per ogni ora in caso di emergenze.