StatCounter

martedì 18 aprile 2017

Stili di vita. Studiare, sudare, essere seri ed onesti nell'Italia dove le classi dirigenti offrono spettacoli

Qualcuno ci chiede
vivendo in un paesino al centro della Sicilia, semi-disabitato, isolato in senso letterale a causa della rete stradale inadatta pure per gli antichi e storici carretti, che ne sapete voi della crisi in atto che investe la società italiana nel suo complesso ?

La risposta è che 
proprio perché viviamo in un paese isolato -lontano dal mondo- abbiamo a disposizione tutto il tempo che desideriamo per osservare, riflettere e capire che 
-le istituzioni repubblicane vanno decadendo e che sono prevalentemente in mano a gente che rispetto ai padri fondatori (i De Gasperi, i Nenni, i La Malfa, i La Pira, i Pertini e altri provenienti dall'esperienza della Resistenza) non conoscono nè sanno leggere la bussola della politica pulita. Classe dirigente inadeguata e priva di valori condivisibili con la gente comune.
-la criminalità organizzata che decenni fà ci dicevano fosse causa della mafia del corleonese e della Sicilia, adesso -come allora- è invece causa delle mafie di tutta Italia e di "mafia capitale", anche.
-la corruttela dilagante che decenni fà consisteva nell'offrire un coniglio, una gallina col collo tirato alla persona influente, oggi è divenuta regola secondo cui non di "offrire" in segno di gratitudine si tratta, bensì di saccheggio in profondità delle risorse pubbliche in accordo fra donante e beneficiario.
-la caduta del senso civico lo intuiamo dalla circostanza che un tempo il senso civico rendeva impossibile a chiunque usare un foglio di carta appartenente al servizio economato della Pubblica Amministrazione e si andava in cartoleria a comprare un "foglio uso bollo" mentre oggi si è al punto che nessuna persona onesta intende occuparsi di politica per evitare di essere confuso con mascalzoni, ladri e cialtroni. 
-l'inefficienza delle burocrazie la conosciamo bene, è la cancrena derivante dal fatto che fino alla fine degli anni sessanta per accedere alla pubblica amministrazione si svolgevano più  meno seri concorsi pubblici e adesso bisogna invece rivolgersi alla gente che si occupa di politica (la parlata), ossia ai padri della decadenza di ogni istituzione.
-l'arroganza partitocratica, la conosciamo dai servizi riportati dai media e la attribuiamo ai politicanti selezionati dai vertici dei partiti fra gli ubbidienti, gli ignoranti, gli abili nel saccheggio delle risorse pubbliche.
-la diffusione delle droghe è la modalità abituale di tipiche classi dirigenti dedite al sorvolo delle regole di legalità.
-l'inaridirsi del sentimento religioso è la conseguenza della facilità con cui tutto arriva attraverso le vie qui sopra segnate in rosso vecchio. 
-l'egoismo crescente, è originato dal desiderio naturale di ciascuno di non perdere ciò che possiede e ad aumentare ciò che possiede secondo i modelli di accumulo praticati dalle classi dirigenti     
-la gara per il successo facile e indiscriminato. "Se a quello è andata bene pur avendo operato secondo le vie  qui sopra segnate in rosso vecchio", perché ciascuno di noi non deve provare a fare il  m-a-s-c-a-l-z-o-n-e ? 

Studiare, sudare, essere seri ed onesti è divenuto purtroppo lo stile di vita di chi -erroneamente- viene definito "stupido".